Life update: writing, reading and traveling by train

(ENG/ITA) I haven’t been the most consistent when it comes to writing here this year. I know. I feel bad for always blabbering how writing is important to me and now barely making time to take care of this blog. Is it really just a lack of time though?. It’s weird when sometimes you want something so much and instead somehow you keep pushing it away, or rather you try to keep following some kind of plan you’ve made up in your head but have zero clue how to stick to it. Maybe it’s just fear of failure or fear of being judged. Or maybe it’s just me, finding excuses not to do it because somehow it’s easier.
I want to try and make up for the time I lost. Because every day is a chance to create something, to do something that can nourish our soul and can make us feel like, yes, life is damn good. This year I’ve come to the realization more than ever before that small things are the ones who make a life rich, full, exciting.

Non sono stata esattamente molto assidua nello scrivere qui quest’anno. Lo so. Mi sento in colpa per aver sempre blaterato quanto la scrittura sia importante per me e ora a malapena trovo il tempo per occuparmi di questo blog. Ma che sia davvero mancanza di tempo?. È strano quando a volte si vuole qualcosa così tanto e invece in qualche modo si continua a spingerla via, o piuttosto si cerca di continuare a seguire un qualche tipo di piano che si è immaginato nella propria testa ma non si ha la minima idea di come attenersi ad esso. Forse è solo paura di fallire o paura di essere giudicata. O forse sono solo io, che cerco scuse per non farlo perché in qualche modo è più facile.
Voglio provare a recuperare il tempo che ho perso. Perché ogni giorno è un’occasione per creare qualcosa, per fare qualcosa che può nutrire la nostra anima e che può farci pensare che sì, la vita è dannatamente bella. Quest’anno mi sto rendendo conto più che mai che sono le piccole cose che rendono la vita ricca, piena, eccitante.

morning pages

I’ve started morning pages with a little bit of reluctance and somehow hope. Which yes, I know, it doesn’t really make a lot of sense. How can you be reluctant AND hopeful at the same time? Well, if you’re Jenny you can I guess. So I’ve spent the past couple of months writing every single morning. 3 pages, every day. I take my notebook out and I write. Sometimes it barely takes me 10 minutes to finish them, sometimes it takes me 45 because I keep getting distracted. But I do it, every day (well, almost, I have skipped a couple of days, but always get back on track with it). It releases my thoughts, stress, it helps me being more focused. But more importantly it’s therapeutic, and the good thing about it is that NOBODY will ever read them. No judgement, no filter. Just me and whatever crosses my mind.
Ho iniziato le pagine del mattino con un po’ di riluttanza e in qualche modo anche con un po’ di speranza. Il che sì, lo so, non ha molto senso. Come si può essere riluttanti E speranzosi allo stesso tempo? Beh, se sei Jenny evidentemente puoi. Così ho passato gli ultimi due mesi a scrivere ogni singola mattina. 3 pagine, ogni giorno. Prendo il mio quaderno e scrivo. A volte mi ci vogliono a malapena 10 minuti per finirle, altre volte me ne occorrono 45 perché continuo a distrarmi. Ma lo faccio, ogni giorno (beh, quasi, ho saltato un paio di giorni, ma mi rimetto sempre in carreggiata). Libera i miei pensieri, lo stress, mi aiuta ad essere più concentrata. È terapeutico, e il bello è che nessuno le leggerà mai. Nessun giudizio, nessun filtro. Solo io e tutto ciò che mi passa per la testa.

train trip to San Marino

I’ve booked my first true holiday of the year. And it’s going to be COMPLETELY plane free! Because of the pandemic I would have loved to spend my holidays this year exclusively in Germany, but truth be told I feel like I want to be close to family and lifetime friends. Trips are allowed with no problems within the EU territory (San Marino included) and while many people experience lots of hassles with canceled flights or change of departures, I have decided to skip the plane and do it by train. I’m very excited because a) after over 6 years of life abroad I’m finally able to experience a train trip back to my hometown for the first time b) I have finally enough holidays all together to go and visit family for a longer period of time, which allows me a more relaxed way of travel and c) costs weren’t playing much of a role this time. Planes for the closest airport (Bologna) were insanely expensive and aside an unexpected expensive price for the way there, I’m able to travel from Rimini all the way back to Berlin for less than 90€. With train. Whaaaaat? It will certainly be a different way to travel: slower, more mindful and for sure way less impactful. I can read, write, enjoy the view and take a couple of stops in between. Can’t wait.

reading

I’ve been reading. Probably not as much as I would love to, but I am. I can’t always be able to read non fiction and educate myself, but truth be told, I need something refreshing as novels and fictional characters to ease my mind. So between a book that was so bad that I didn’t even make it to the half, Harry Potter here and there (I’ve just finished reading the Chamber of Secrets) and a few other things (mainly in Italian, so I can ease my brain even more and I can swap them with my friends at our usual monthly book swap), I’ve kept myself busy on the book front. The last few years I have been mostly reading things from the library and had very little books on my shelf. Now I’m back to being the Jenny that gets lots of joy on buying books, browsing second hand book shops, exchanging books and even buying new. My TBR list is becoming long and I am happy about the fact that, wether non fiction or fiction, every book can teach me something or add value to my life. And if somehow it doesn’t, I can always donate it, swap it, sell it or pass it on.
Sto leggendo. Probabilmente non tanto quanto vorrei, ma comunque lo sto facendo. Per quanto mi piaccia leggere saggistica ed educarmi od approfondire certi argomenti, ho bisogno di qualcosa di rinfrescante come i romanzi e i personaggi di fantasia per alleggerire la mia mente di tanto in tanto. Così, tra un libro così brutto che non ho nemmeno letto fino a metà, Harry Potter qua e là (ho appena terminato la Camera dei Segreti) e qualche altra cosa (soprattutto in italiano, così posso alleggerire ancora di più il mio cervello e posso scambiarli con gli amici del book swap che frequento qui a Berlino), mi sono tenuta occupata sul fronte dei libri. Negli ultimi anni ho letto per lo più libri della biblioteca e avevo pochissimi libri sullo scaffale. Ora sono tornata ad essere la Jenny che si diverte molto a comprare libri, a visitare librerie di seconda mano e non, a scambiare libri e persino a comprarne di nuovi. La mia lista TBR sta diventando lunga e sono felice del fatto che, sia che si tratti di non fiction o di narrativa, ogni libro può insegnarmi qualcosa o aggiungere valore alla mia vita. E se questo non fosse il caso, posso sempre donarli, rivenderli, scambiarli.

@dichiacchiereedilibri

@dichiacchiereedilibri

I’ve started a little side project, @dichiacchiereedilibri . Don’t get me wrong, I have been loving to create content for The Simplicity Diaries over the past few years. But sometimes it feels refreshing to talk about something else too. I am a dreamer. I love writing about whatever. I love getting lost in the pages of a book and share my thoughts about it, talk about my feelings or something beautiful or not so happy that happened to me. This is the place where I can be more like myself, my true self, without the sometimes a little “restrictive” “eco-minimalism” label. No particular expectations. If you want, I’ll see you there.
Ho iniziato un piccolo side project, @dichiacchiereedilibri . Non fraintendetemi, mi è piaciuto molto creare contenuti per The Simplicity Diaries negli ultimi anni. Ma a volte è piacevole parlare anche di qualcos’altro. Sono una sognatrice. Mi piace scrivere di qualsiasi cosa. Mi piace perdermi nelle pagine di un libro e condividere i miei pensieri a riguardo, parlare dei miei sentimenti o di qualcosa di bello o anche di non così felice che mi è successo. Questo è il luogo dove posso essere la vera me, senza l’etichetta a volte un po’ “restrittiva” dell’ “eco-minimalismo”. Nessuna particolare aspettativa. Se vi va, ci vediamo lì.

I’ll talk to you soon! / A presto!
Jenny

Follow:
Share:

Leave a Reply

error: Content is protected !!