A complete guide to an eco-minimalist move | Trasloco minimalista e low waste

(ENG/ITA) I am moving very soon into a studio apartment, so life is fairly busy for me during off-work times at the moment. Moving can be a bit of a hassle, but with the right amount of organization and preparation, it can be a breeze and doesn’t have to be a full-on stress. And also it can be done consciously and sustainably.

When it comes to organizing a move, it’s never too early to start in my opinion, even if the amount of possessions that you own is fairly minimal, like in my case. Moving requires time and energy in the preparation and implies a lot of to-dos, regardless if you’re moving to a different neighborhood, city or country. That’s why, as soon as I was sure that I had found a new place to move to, I started jotting things down of everything that came to my mind that needed to be done, bought/found, sold or donated, taken care of etc. , to make sure I wasn’t going to forget anything important.

Here’s how I have planned and organized my move in a simple, sustainable way.

A brevissimo mi trasferirò in un monolocale, quindi al momento la mia vita è abbastanza indaffarata fuori dagli orari di lavoro. Traslocare può essere una seccatura, ma con la giusta quantità di organizzazione e preparazione, può essere un gioco da ragazzi e non deve essere per forza uno stress totale. Ed inoltre può essere fatto in modo consapevole e sostenibile.

Quando si tratta di organizzare un trasloco, secondo me non è mai troppo presto per iniziare, anche se la quantità di beni che si possiedono è abbastanza minima, come nel mio caso. Il trasloco richiede tempo ed energia ed implica un sacco di cose da fare, indipendentemente dal fatto che ci si trasferisca in un altro quartiere, città o paese. Ecco perché, non appena ho avuto la certezza di aver trovato un nuovo posto in cui trasferirmi, ho iniziato ad annotare tutto ciò che mi veniva in mente e che doveva essere fatto, comprato/trovato, venduto o donato, ecc. per essere sicura di non dimenticarmi nulla di importante.

Ecco come ho pianificato e organizzato il mio trasloco in modo semplice e sostenibile.

source: Unsplash

How to move like a pro the minimalist and sustainable way | Come traslocare facilmente in modo minimalista e sostenibile

Preparation is key.

I planned everything ahead and started early. Preparation is really important to make things efficiently, simply and with a lower environmental impact. If I start early enough to organize things, I will be more likely to make smarter choices, keep my environmental impact low and consider properly what I own, no longer need and will definitely need in the future. Doing things in a rush usually takes to more impulsive, unorganized, unconscious choices. Also, let’s not forget that extra planning is required due to the Covid-19 safety regulations that might apply where you currently live or are moving to, so it’s never to early to start prepping things.
La preparazione è tutto.
Io ho scelto di pianificare tutto in anticipo. La preparazione è davvero importante per fare le cose in modo efficiente, semplice e con un minore impatto ambientale. Se inizio abbastanza presto a organizzare le cose, avrò più probabilità di fare scelte più intelligenti, mantenere basso il mio impatto ambientale e considerare correttamente ciò che possiedo, ciò di cui non ho più bisogno e di cui invece avrò sicuramente bisogno in futuro. Fare le cose di fretta di solito porta a scelte più impulsive, non organizzate e parecchio inconsapevoli. Inoltre, non dimentichiamo che è necessaria una pianificazione extra a causa delle norme di sicurezza Covid-19 che potrebbero essere applicate dove si vive attualmente o nel luogo in cui ci si trasferisce, quindi non è mai troppo presto per portarsi avanti.

A checklist can be your best friend when moving.

For some reason I still had the “checklist” that I made for my previous move with my ex-partner, so that came in really handy for the main things I had to think about: to whom I had to communicate the change of address, a couple of important deliveries to schedule, things I need to post on Ebay for selling/donating, and such. There is something very satisfying about crossing things off a list, especially when you’re moving. Every little thing that gets crossed off that list feels like a new step towards your new life.
Una checklist può essere la vostra migliore amica durante un trasloco.
Per qualche motivo avevo ancora la “lista di controllo” che avevo fatto per il mio precedente trasloco con il mio ex-partner, lista che mi è tornata molto utile per le cose principali a cui dovevo pensare: a chi dovevo comunicare il cambio di indirizzo, un paio di consegne importanti da programmare, cose che dovevo pubblicare su Ebay da vendere/donare, e così via. C’è qualcosa di molto soddisfacente nel cancellare le voci da una lista, specialmente quando ci si trasferisce. Ogni piccola cosa che viene cancellata da quella lista sembra un nuovo passo verso la vostra nuova vita.

Less is more, also and especially when moving

Moves are the perfect chance to do some life assessments. Because it’s pointless to pack and move things that you won’t need in your new home and life. Not only you need to invest time and energy into packing them and moving them, but also waste money and packing material, only to realize, once you unpack it, that you could totally live without it. A move is great way to evaluate how many things you own and actually need. And for some reason, when you have to condense your entire life into a bunch of boxes and suitcases, you tend to realize that only what’s really important needs to fit in there. That cable you don’t know what’s for? Let it go. That jacket you haven’t worn in a few years? Let it go. That zucchini spiralizer you only used two times and then abandoned in your kitchen drawer forever? Let it go. We need way less than we think to thrive and live well. Every little thing that you let go of and you decide not to pack with you, even if it’s just a few t-shirts or packs of pasta, takes you a little closer to a lighter, happier chapter of your life. Humans tend to think that accumulating is the key to a good life: moving, instead, makes you face and reconsider a lot. Do I need this, for real? Am I able to replace this once I’m in my new place? Can I do without it? Yes, you can do without it. Since I moved abroad 7+ years ago, I have lived in 5 different apartments so far and I’ll soon be moving into my 6th one, so I speak from experience: less really is more, also and especially when moving.

“But Jenny, what if I happen to need it?” Trust me, “what if”s almost never work. If you haven’t used it in a long time, chances are you probably never will again. Sell and/or donate what can be given away that is still in good condition so you’ll have less to pack and to take care of once you get into your new home. Even if it means that you have to sleep with your mattress on the floor for a few days or eat only plain rice for the last week before moving. Don’t be afraid to let go of the superfluous.

Meno è meglio, anche e soprattutto quando si trasloca.
I traslochi sono l’occasione perfetta per fare delle valutazioni sulla propria vita. Perché è inutile imballare e spostare cose che non vi serviranno nella vostra nuova casa e vita. Non solo è necessario investire tempo ed energia per imballarle e spostarle, ma anche sprecare denaro e materiale da imballaggio, solo per rendersi conto, una volta tolto dagli scatoloni, che si potrebbe vivere totalmente senza. Un trasloco è un ottimo modo per valutare quante cose si possiedono e di cui si ha effettivamente bisogno. E per qualche ragione, quando dovete condensare tutta la vostra vita in un mucchio di scatole e valigie, vi renderete conto che solo ciò che è veramente importante deve entrarci. Quel cavo che non sapete a cosa serve? Lasciatelo andare. Quella giacca che non indossate da qualche anno? Lasciatela andare. Quello spiralizzatore per zucchine che avete usato solo due volte e poi abbandonato per sempre nel cassetto della cucina? Lasciatela andare. Abbiamo bisogno di molto meno di quanto pensiamo per prosperare e vivere bene. Ogni piccola cosa che lasciate andare e che decidete di non portare con voi, anche se si tratta solo di qualche maglietta o pacco di pasta, vi porta un po’ più vicino ad un capitolo più leggero e felice della vostra vita. Gli esseri umani tendono a pensare che accumulare sia la chiave per una vita buona: trasferirsi, invece, vi fa affrontare e riconsiderare molto. Ad esempio: ho bisogno di questo, per davvero? Sono in grado di sostituirlo una volta che sono nella nuova casa? Posso farne a meno? Sì, potete anche farne a meno. Da quando mi sono trasferita all’estero più di 7 anni fa, ho vissuto finora in 5 appartamenti diversi e presto mi trasferirò nel sesto, quindi parlo per esperienza: meno è meglio, anche e soprattutto quando si trasloca.


“Ma Jenny, e se mi capitasse di averne bisogno?” Fidatevi, “e se” non funziona quasi mai. Se non lo usate da molto tempo, è probabile che non lo userete mai più. Vendete e/o donate ciò che può essere dato via e che è ancora in buone condizioni, così avrete meno cose da impacchettare e di cui occuparvi una volta arrivato nella nuova casa. Anche se questo significa che dovrete dormire con il materasso sul pavimento per qualche giorno o mangiare solo riso in bianco per l’ultima settimana prima del trasloco. Non abbiate paura di lasciare andare il superfluo.

Boxes, packing material & co.

If you start collecting in advance, it is very easy to find boxes and packing material: keep the ones your online orders come into, ask to friends neighbors co-workers, or ask in supermarkets or shops if they have any extras. If you work in a company that gets lots of deliveries, it won’t be hard at all. ANY box will do. I sourced mine only second hand thanks to a friend and some friendly, helpful people in the neighborhood.

Also, make sure to use things you already own: large tote bags, suitcases, backpacks, etc. Anything can be transformed into a storage item during a move. For those fragile items, you can use old magazines, papers you no longer need (I am using also some flyers and ads I found in the mail box, which normally has a sticker that asks to put none of that crap in there, but long story short I managed to get some of them in my mailbox anyway) but also blankets, towels, bed sheets.

When it comes to tape, I know that there is a compostable one, but it might be hard to find in stores: I personally used the masking tape I already had at home and didn’t purchase an extra item I had to specifically order on the internet or look for in various stores. I want my move to be efficient, frugal and environmentally friendly. You do you. But keep in mind that more sustainable options (compostable, made of recycled materials) are available.

Of course, separate the packing tape from the boxes once you’re done so you can dispose of it correctly. Donate the boxes if you no longer need them so somebody else will be able to use them and extend their life (that’s what I did with my previous move, I gave them to friends who were moving out of Germany and needed to pack everything onto a truck. And I’m definitely going to do the same thing this time). Recycle properly what can be recycled.

Scatole, materiale da imballaggio & co.
Se cominciate in anticipo, è molto facile trovare scatole e materiale da imballaggio di seconda mano: conservate quelli in cui arrivano i vostri ordini online, chiedete ad amici vicini e colleghi di lavoro, o chiedete in supermercati o negozi se hanno qualche extra. Se lavorate in un’azienda che riceve molte consegne, non sarà affatto difficile. Qualsiasi scatola andrà bene. Io ho trovato le mie solo di seconda mano grazie ad un amico e ad alcune persone gentili e disponibili nel quartiere.
Inoltre, assicuratevi di usare cose che già avete a disposizione: borse grandi, valigie, zaini, ecc. Qualsiasi cosa può essere trasformata in “contenitore” durante un trasloco. Per gli oggetti fragili, potete usare vecchie riviste, giornali che non vi servono più (io sto usando anche alcuni volantini e annunci che ho trovato nella cassetta della posta, che normalmente ha un adesivo che chiede di non metterci nessuna di quelle schifezze, ma per farla breve ne ho comunque trovate varie nella mia cassetta) ma anche coperte, asciugamani, lenzuola.
Per quanto riguarda il nastro adesivo, so che ne esiste uno compostabile, ma potrebbe essere difficile da trovare nei negozi: personalmente ho usato il nastro carta che avevo già a casa e non ho acquistato un articolo extra che avrei dovuto ordinare appositamente su internet o cercare in vari negozi. Voglio che il mio trasloco sia efficiente, frugale e rispettoso dell’ambiente. Fate voi. Ma tenete presente che sono disponibili opzioni più sostenibili (compostabili, fatte di materiali riciclati).
Naturalmente, separate il nastro da imballaggio dalle scatole una volta che avete finito in modo da poter smaltire i rifiuti correttamente. Donate le scatole se non vi servono più, così qualcun altro potrà usarle e prolungarne il ciclo di vita (è quello che ho fatto nel mio precedente trasloco, le ho date ad amici che lasciavano la Germania ed avevano bisogno di imballare tutto su un camion. E sicuramente farò la stessa cosa questa volta). Riciclate correttamente ciò che può essere riciclato.

Pack smart

Start packing things that you use less frequently and don’t need on a regular basis (for example if it’s summer and you know already that you won’t need your thick winter coat and bulky shoes for a few months). Also, label every box/bag/suitcase: it will be much easier for you to find things (stick a piece of paper on the boxes so once you’ll donate the boxes, you can remove the piece of paper and other people will be able to use them further without your random notes on them). You can also prepare a “carry on bag” packed with the essentials (some clean clothes, toiletries, chargers, etc) for the first few days, so you can have the essentials ready without having to go through all the boxes to find them or get them.
Impacchettare in modo intelligente
Iniziate a impacchettare le cose che usate meno frequentemente e di cui non avete bisogno regolarmente (per esempio se è estate e sapete già che non avrete bisogno di cappotto e delle scarpe invernali per un bel po’). Inoltre, etichettate ogni scatola/borsa/valigia: sarà molto più facile per voi trovare ciò che cercate (contrassegnate ogni scatola con un biglietto così, una volta che le donerete, potrete rimuovere il biglietto ed altri saranno in grado di usarle ulteriormente senza le scritte sopra). Potete anche preparare un “bagaglio a mano” con l’essenziale (alcuni vestiti puliti, articoli da bagno, caricabatterie, ecc.) per i primi giorni, così avrete l’essenziale pronto all’uso senza dover passare in rassegna il contenuto delle scatole.

Be ready to deal with some mess.

Despite your best efforts, preparation and maybe even minimal amount of possessions, a move is…. well, a move. You’re going to have boxes piled up in corners for a few days, bags of stuff to donate or sell, and probably you’ll shift here and there getting things done and searching for things. And that is absolutely okay. Accept that your days will be a little “messy” right before and right after moving, do your best and trust the flow. You got this.
Siate pronti ad affrontare un po’ di disordine.
Nonostante i vostri migliori sforzi, la preparazione e forse anche una quantità minima di beni, un trasloco è…. beh, un trasloco. Avrete scatole ammucchiate negli angoli per qualche giorno, sacchi di roba da donare o vendere, e probabilmente vi sposterete continuamente qua e là per fare cose e cercare cose. E’ normale. Accettate che le vostre giornate saranno un po’ “incasinate” subito prima e subito dopo il trasloco, fate del vostro meglio e fidatevi del flusso degli avete. Ce la farete senza problemi.

If you’re moving anytime soon, I wish you all the best and I hope that these tips can help you along the way. Happy new start!
Se state per traslocare, vi auguro tutto il meglio e spero che questi consigli possano aiutarvi lungo la strada. Buon nuovo inizio!

Follow:
Share:

2 Comments

  1. June 1, 2021 / 18:44

    You just reminded me to make that list for moving to a new place. The only list that I made are the accounts that I have to update my new address like banks, work, drivers license, etc. I had to deal with the planning list before I need to move out again; who knows when.
    I use clean garbage plastic bag in moving items. For fragile items, I use tote bags and plastic box that I already have yhen I use the plastic bags in collecting trash after settling in a new place. The hardest things for me to move so far are plants and kombucha which are very essentials. They do spark joy.
    I am looking forward to what you will make of your new place. Will you get new furniture, set up an office space. Stay safe and healthy.

    • June 4, 2021 / 14:43

      I cannot recommend having a checklist enough, it saves you time and energy before during and after the move. But good that you already have a list of all those you need to give the new address to, this is one of the most important things to do and forgetting to update someone can be a real fuss. Of course, plants to spark joy! But can be difficult to move, eheheheh. Since D. and I got the cat last autumn, we had to get rid of most of our plants as we found out they were all toxic for cats 😅 hopefully I’ll be able to get some new soon, even though I’m terrible with plants. As for the new place, I had to get some new furniture (Ikea was the only possibility) but was able to bring along a lot of the things I owned already ^^ as soon as I’m all set I’ll be making a tour soon on the blog and on Youtube (soon the tour of the old space will be online!)
      Stay safe and healthy and have a wonderful day!

Leave a Reply

SUBSCRIBE TO THIS BLOG VIA EMAIL - SEGUI QUESTO BLOG VIA MAIL

Join 347 other subscribers

error: Content is protected !!
%d bloggers like this: